Storia

Modalità

Prova orale. Durata un quarto d’ora circa.

L'interrogazione toccherà, di regola, due o tre argomenti attinti dai temi elencati di seguito. Si potrà verificare anche la capacità dello studente di utilizzare, tra gli strumenti di lavoro, quanto meno la cartografia. Di conseguenza l'esame potrà essere condotto con riferimento a carte o ad un atlante storico.

Indicazioni programmatiche

Il quadro storico al quale l'allievo deve far riferimento è, in linea generale, il Novecento europeo.

In particolare si indicano i temi seguenti.

  • La prima guerra mondiale, la rivoluzione russa, il declino dell’Europa.
  • La crisi della democrazia liberale e i regimi totalitari tra le due guerre.
  • La seconda guerra mondiale, il confronto USA-URSS e la divisione del mondo.
  • La crescita economica e la società del benessere; la decolonizzazione e la formazione del Terzo Mondo.
  • Le istituzioni politiche svizzere; la Svizzera e il mondo nel XX secolo (neutralità, UE, ONU).

Testi di riferimento consigliati

Storia generale (a scelta tra i seguenti manuali)

  • G. Solfaroli Cammillocci e B. M. Ribetto, I segni della storia (per la scuola media), vol. 3: "Dall'età dell'imperialismo ai nostri tempi", SEI, 2014.
  • V. Calvani, Storyboard, vol. 3: "Il Novecento", Mondadori scuola, 2011.
  • E. B. Stumpo, Storiattiva, vol. 3: "Il Novecento", Mondadori Education, 2013.

Storia svizzera (a scelta tra i seguenti manuali)

  • AA. VV., Storia della Svizzera, Locarno, Dadò editore, 2005.
  • AA. VV., La Svizzera nella storia, vol. 2, Bellinzona, DECS, 2013.

Modalità

Prova orale. Durata un quarto d’ora circa.

L'interrogazione toccherà, di regola, due o tre argomenti attinti dalle tematiche elencate di seguito. Si potrà verificare anche la capacità dello studente di utilizzare, tra gli strumenti di lavoro, quanto meno la cartografia. Di conseguenza l'esame potrà essere condotto con riferimento a carte o ad un atlante storico.

Indicazioni programmatiche

L’arco cronologico al quale l’allievo deve far riferimento è, in generale, compreso tra il IX secolo e la prima metà del XIV, cioè dalla formazione dell'Impero carolingio alla “Morte Nera” del 1348. Si richiederà comunque la conoscenza degli aspetti principali della crisi del tardo Impero Romano, oltre che della civiltà araba e dei suoi rapporti con l’Europa.

Allo studente sarà chiesto di mostrare una conoscenza di base della società medievale, delle sue strutture e del suo sviluppo, con particolare riferimento agli aspetti:

  • politici (organizzazione del potere e della sovranità);
  • politico/religiosi (ruolo della Chiesa e conflitto tra gli universalismi);
  • economici (sistema signorile e rapporto città-campagna);
  • sociali (l’aristocrazia feudale e il mondo contadino).

Testo di riferimento consigliato

(adottato nelle classi I):

  • Marco Lunari, Le vie della civiltà. Vol. 2: "Da Augusto all'anno Mille". Bologna: Zanichelli, 2015.
  • Valerio Castronovo, Nel segno dei tempi: MilleDuemila. Vol. 1: "Dal Mille al Seicento", Firenze: La Nuova Italia, 2015.

Modalità

Prova orale. Durata un quarto d’ora circa.

Dati il tempo disponibile e la complessità delle tematiche, l’esame verterà essenzialmente su uno dei campi sotto indicati, con qualche possibile riferimento agli altri. Particolare attenzione si porrà alla conoscenza dei singoli concetti e alla capacità di definirli in forma e linguaggio adeguati al livello scolastico. Rimane necessario verificare anche la capacità di utilizzare, tra gli strumenti di lavoro, quanto meno la documentazione cartografica. Perciò l’interrogazione sarà condotta con costante riferimento a carte o ad un atlante storico.

Indicazioni programmatiche

L’arco cronologico e tematico al quale l’allievo dovrà fare riferimento include quella che convenzionalmente viene definita fase di trapasso dal Medioevo all’Epoca Moderna e si prolunga sino all’affermazione dello Stato assoluto. In pratica, dalla seconda metà del Trecento - dopo la “Morte Nera” - alla seconda metà del Seicento.

Al candidato si chiederà soprattutto un orientamento sul quadro generale, indicando gli elementi caratterizzanti oltre agli effetti di continuità e di rottura presenti all'interno di questo periodo. Sostanzialmente, il discorso andrà riferito in modo particolare ai seguenti aspetti e temi:

  • nell’ambito politico, il passaggio a forme moderne di Stato monarchico di tipo nazionale e assoluto, inclusa la particolare situazione inglese, contrassegnata dalle Rivoluzioni e dall'adozione di una monarchia costituzionale;
  • nell’ambito politico-economico, la formazione di un mercato mondiale, il sistema capitalistico-mercantile e i suoi centri l'evoluzione del colonialismo, le nuove forme di finanziamento dello Stato;
  • nell’ambito politico-religioso, la fine dell’unità del cristianesimo occidentale, con i suoi riflessi anche sul piano politico-economico, oltre che spirituale;
  • nell’ambito sociale, le caratteristiche di base del sistema comunemente definito Ancien Régime tramite l'organizzazione per assemblee rappresentative in relazione alle corti.

Testo di riferimento consigliato (adottato nelle classi II):

  • Valerio Castronovo, Nel segno dei tempi: MilleDuemila. Vol. 1: "Dal Mille al Seicento", Firenze: La Nuova Italia, 2015.